ULTIM'ORA

La Guardia di Finanza incontra gli studenti di Rosolini e Francofonte per parlare di legalità


Guardia di Finanza Siracusa Times (2)

Un momento dell’incontro

News: martedì 12 aprile, presso il Liceo Scientifico “Archimede” di Rosolini e presso l’Istituto Superiore “Alaimo” di Francofonte, dove erano presenti, rispettivamente, gli studenti del Liceo Scientifico e dell’Istituto Professionale Industria e Artigianato, si sono tenuti altri due incontri delle Fiamme Gialle con i ragazzi, per parlare di cultura della legalità economica.

I finanzieri hanno illustrato il ruolo delle Fiamme Gialle con l’intento di far maturare la consapevolezza del valore della legalità economica, con particolare riferimento alla prevenzione dell’evasione fiscale e dello sperpero di risorse pubbliche, delle falsificazioni, della contraffazione, nonché dell’uso e degli illeciti in materia di sostanze stupefacenti e, in generale, di ogni forma di criminalità economico-finanziaria.

A Francofonte, dopo l’introduzione della dirigente Scolastica, Anna De Francesco, ampio il dibattito tra gli studenti ed il capitano Danilo Nicotra, comandante della Compagnia di Augusta e il luogotenente Pietro Risuglia, comandante della Tenenza di Lentini, mentre a Rosolini ha discusso con i ragazzi il tenente Federico Vanni, comandante della Tenenza di Noto, il quale ha approfondito alcuni degli aspetti di maggiore interesse per i giovani quali la lotta all’evasione fiscale, alla contraffazione di marchi famosi ed al traffico di sostanze stupefacenti, con il supporto di materiale audiovisivo.

Quello dell’Educazione alla Legalità è un’iniziativa che trae origine da un Protocollo d’Intesa tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, finalizzata a creare e diffondere il concetto di “sicurezza economica e finanziaria” e affermare il messaggio di “convenienza” della legalità economico-finanziaria. Un programma di attività a favore degli studenti della scuola primaria e secondaria.

Alla stessa è abbinato un concorso, al quale tutti i ragazzi possono partecipare, denominato “Insieme per la legalità” che ha lo scopo di coinvolgere i giovani che, guidati dai docenti, potranno riflettere sui compiti istituzionali della Guardia di Finanza e più in generale sui temi della legalità economica, attraverso delle rappresentazioni grafico-pittoriche e produzioni video-fotografiche. Per ogni livello di scolarizzazione, sono previsti premi individuali e premi riservati agli autori dei migliori lavori di gruppo. Il bando è disponibile sul sito istituzionale del M.I.U.R. e della Guardia di Finanza.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: