ULTIM'ORA

Il Siracusa Calcio al fianco dell’associazione “Linfoamici”


Linfoamici Siracusa Times

Graziano Cutrufo e Salvatore Castagnino

News Siracusa: il Siracusa calcio al fianco dell’associazione “Linfoamici” in occasione dell’evento che è stato organizzato per il 2 settembre a Siracusa. Si tratta del raduno regionale che accoglierà associati da ogni parte d’Italia e dall’estero.

Ho immediatamente accolto l’invito del dirigente dell’associazione Salvo Castagnino – ha detto il presidente del Siracusa Gaetano Cutrufoperché si tratta di una iniziativa seria a sostegno di persone in difficoltà. E volentieri vogliamo contribuire  alla divulgazione delle loro iniziative.”

I Linfoamici – spiega Anna Milici, presidente dell’associazione – si sono conosciuti 6 anni fa in un gruppo Facebook dove, malati ed ex malati di linfoma si scambiavano storie, consigli, si davano conforto, stringendosi intorno chi era ancora nel pieno calvario delle chemioterapie. Qualche mese dopo decisero di incontrarsi di persona, in una domenica di giugno, mettendosi in viaggio da tutta Italia, raggiungendo la capitale e portando fino al Pantheon, il loro amore per la vita e la voglia di vincere. Ancora non lo sapevano ma avevano dato vita alla prima edizione del Linforaduno. Mamma Rossella e mamma Barbara provenienti dal nord accompagnavano i loro piccoli guerrieri Giacomo e Marta, poi c’era Ruben il ragazzo fondatore del gruppo Facebook, Tiziana e Daniela dalla Sicilia, Marco, Anna, Alessia, Chiara, Giorgia e tanti altri. Sfilarono per la piazza con maglie colorate e frasi che parlavano di lotta, coraggio, amore per la vita e distribuendo tanti abbracci, come invitavano i cartelli che tenevano in mano: “FREE HUGS” abbracci gratis, abbracci regalati proprio da chi ne aveva più bisogno, per dimostrare che perfino la paura e la diffidenza verso la malattia possono crollare e sciogliersi in un gesto che sicuramente non guarisce, ma aiuta a sentirsi meno soli. Da quell’incontro sono nati tanti legami, tante amicizie, ma sopratutto due anni dopo è nata l’associazione i Linfoamici ONLUS. La piccola Marta non vide mai la seconda edizione del Linforaduno, ma gli altri ragazzi si rincontrarono nuovamente, sfilando davanti le imponenti colonne del Pantheon, tenendo alto lo striscione che lei stessa aveva preparato: “IL CANCRO NON E’ CONTAGIOSO, L’AMORE SI” Oggi il Linforaduno, ormai giunto alla 5 edizione, è diventato un evento riconosciuto, supportato e patrocinato dal CONI, dal Comune di Roma, dalla Regione Lazio e al fianco dei Linfoamici, altre associazioni importanti come Ail, Admo, vip, Il Paese di Gertrude, partecipano all’evento annuale del Pantheon, una vera e propria festa, dove si balla, si canta, si festeggia la vita e si distribuiscono, gli ormai noti FREE HUGS. L’attività dei Linfoamici, continua però durante tutto l’anno. I responsabili regionali dell’associazione si occupano di organizzare, coordinare eventi e gestire gli eventi nella propria regione, durante i quali si raccolgono le iscrizioni dei volontari, si diffonde l’importanza delle donazioni di midollo osseo e sangue, si distribuiscono tanti abbracci. L’associazione si occupa di aiutare e supportare i pazienti malati di linfoma e le proprie famiglie, mettendo la propria esperienza con la malattia al servizio di chi ne ha bisogno, con attività volte rendere meno difficile e duro questo percorso. Tutte le opere realizzate dai Linfoamici sono frutto delle quote delle iscrizioni, degli eventi e delle donazioni”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: