ULTIM'ORA

Il presidente dell’Associazione Rifiuti Zero Siracusa, Salvo La Delfa sull’attuale situazione dei rifiuti


spazzaturaNews Siracusa: è il presidente dell’Associazione Rifiuti Zero Siracusa, Salvo La Delfa, ad esprimere la propria posizione ufficiale relativamente alla situazione dei rifiuti nel capoluogo areuseo.

“È indubbio che ormai nell’ultimo mese si è osservato un allentamento vistoso del servizio di gestione dei rifiuti. La città ha visto in ogni quartiere cassonetti ultrapieni e in molti casi spazzatura nelle aree perimetrali dei cassonetti. Il servizio di raccolta dei rifiuti non è avvenuto in maniera regolare non solo nei quartieri periferici o balneari ma anche al centro, nelle zone turistiche, recapitando ai tantissimi visitatori un biglietto da visita non degno di una città millenaria come la nostra. L’allentamento del servizio di gestione dei rifiuti è avvenuto in concomitanza con le procedure di aggiudicazione provvisoria della gara di appalto all’ATI Ambiente 2.0/ Tech e alle disposizioni dell’assessore Coppa di eliminare (e quindi, non pagare) alcuni servizi aggiuntivi quali la guardiania della discarica di Cardona, il lavaggio dei cassonetti).

Negli ultimi giorni, la situazione è solamente peggiorata e lo sciopero nazionale è stato solamente incidentale ad una situazione critica già consolidatasi in questo ultimo periodo. Questo atteggiamento di riduzione delle prestazioni da parte dell’attuale gestore è sicuramente ingiustificato, in quanto anche in regime di proroga il gestore sta percependo il canone mensile di 1,4 milioni di euro al quale dovrebbe corrispondere un servizio di qualità adeguata. L’associazione rifiuti zero, in attesa che si proceda celermente alla aggiudicazione definitiva della gara di appalto, che avverrà dopo verifica della documentazione da parte del RUP del Comune, e quindi in attesa della successiva contrattualizzazione, chiede che l’attuale gestore faccia la sua parte ed adempia almeno a quanto richiesto dal capitolato di appalto del 2003.

Inoltre, l’associazione Rifiuti Zero Siracusa chiede all’amministrazione comunale di vigilare su eventuali inadempienze da parte del gestore e a procedere a successive azioni sanzionatorie, come fatto diverse volte in questi ultimi anni. Inoltre, l’associazione invita i cittadini ad avere comportamenti corretti, ad utilizzare il servizio di chiamata degli ingombranti, a conferire nei centri comunali di raccolta, a praticare la differenziata, a non sporcare la città.

In questo ulteriore mese di proroga del servizio (fino a giugno 2016) abbiamo la possibilità tutti di dimostrare che Siracusa è una città che si vuole bene e ciò è possibile farlo solamente facendo ognuno bene il proprio dovere”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: