ULTIM'ORA

Il magnate Joannou proprietario dello yatch “Guilty” in visita a Noto: un richiamo dell’arte irresistibile


mostra_effimeraNews Noto: cosa fa il collezionista d’arte e cipriota Dakis Joannou quando non è nel suo artistico panfilo e nel tempo libero? Passa a salutare gli artisti di Effimera, la mostra sulle Arti Effimere in corso nello splendido Palazzo Rau della Ferla. E’ accaduto ieri a Noto e, a quanto testimoniano i protagonisti, è stato un pomeriggio speciale da non dimenticare.

Ecco svelato il motivo della visita in Sicilia, e in particolare l’arrivo al Porto di Siracusa, mentre tutti elargiscono commenti più o meno positivi sul suo panfilo ormeggiato e ampiamente fotografato al porto di Siracusa, “Guilty” l’opera d’arte galleggiante disegnata dall’artista americano Jeff Koons, erede di Andy Warhol (Leggi qui).

Il magnate cirpiota si è concesso con parenti e amici un tranquillo pomeriggio nella barocca Noto in cerca di arte. Ed è così che gli artisti di Effimera, Vincenzo Medica, Saverio Magistri, Salvatore Mauro e Claudio Cavallaro, hanno avuto la piacevole sorpresa, ed il privilegio, di poter dialogare con lui di arte, di storia ed in particolare, citando sue testuali parole, di “ibridazione tra il barocco e il contemporaneo” che ha riscontrato nelle sale dell’antico Palazzo, a suo dire quel raffinato gioco di fusione tra antico e moderno che è una cosa che lo affascina da sempre e che l’ha colpito molto.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: