ULTIM'ORA

Il Città di Siracusa brinda al primo successo in campionato. Orgogliosa prova degli azzurri che ribaltano il risultato e si impongono con il punteggio di 4-2 sul Città di Gragnano


Citta di SiracusaNews Siracusa: La cura Sottil fa i suoi   effetti. E’ arrivata una vittoria meritata contro un avversario mai domo. Primo successo stagionale per gli azzurri che calano il poker contro il Città di Gragnano, battuto per 4-2.

Per la gara contro i campani,  il tecnico di Venaria  rivoluziona la formazione, viste le assenze di Mascara, operato al ginocchio in settimana, Napoli out per un pestone alla caviglia e Vindigni squalificato. Spazio quindi a Giordano e Chiavaro in difesa.

Gli azzurri attaccano sin dalle prime battute, ma a sorpresa il Gragnano passa al 8’ con Foggia di testa che, su cross di Loreto, beffa Viola apparso nell’occasione non impeccabile.

La squadra di Sottil accusa il colpo, fatica ad imbastire una reazione, ma  riesce a raddrizzare il risultato al 19’ grazie a Palermo che in mischia mette la palla alla destra di De Marino.

Rivitalizzati dal pari i locali continuano a premere e al 24’ su una punizione conquistata da Crocetti,  Chiavaro costringe alla respinta l’estremo difensore avversario e sul tap-in Catania è il più lesto a ribadire in rete per il 2-1. Il Città di Siracusa non si ferma e, al 30’, una bella conclusione di Crocetti, su cross di Giordano avrebbe meritato maggior fortuna. In chiusura di frazione, al 39’ è Elefante a farsi minaccioso dalle parti di Viola, ma la sua conclusione esce di poco a lato.

Alla ripresa delle ostilità, al 48’ Crocetti si libera in area ma incredibilmente si divora il 3-1 da ottima posizione. Ma al 51’ gli azzurri segnano la terza rete con Sibilli bravo in area a sfruttare un’azione di Catania e a metterla dentro di destro.

Al 56’ Orefice commette fallo su Foggia in area. Lo stesso attaccante ospite realizza il 3-2 e riapre la gara.   Al 66’ su cross di Baiocco, Testardi di testa costringe De Marino ad una miracolosa respinta di piedi. Dubbi in area napoletana al 69’per una trattenuta ai danni di Sibilli.  Al 72’ per doppia ammonizione De Biase si guadagna la via degli spogliatoi. Forte della superiorità numerica, il Città di Siracusa segna la quarta rete grazie a Catania che di testa sigla la sua doppietta personale. C’è ancora tempo per una bella punizione di Chiavaro che costringe De Marino ad una sontuosa risposta. Finisce 4-2, gli azzurri riprendono il proprio cammino.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: