ULTIM'ORA

Siracusa, Green Village dei Mondiali di Canoa Polo all’Antico Mercato di Ortigia: i volontari di Rifiuti Zero pronti ad affiancare l’evento


green_village_-_siracusatimesNews Siracusa: Green Village dei Mondiali di canoa polo. Ai nastri di partenza non solo gli sportivi in gara ma anche i volontari dell’associazione Rifiuti Zero Siracusa, pronti ad affiancare l’evento con il Green Village.

Non solo sport, in programma dal 29 agosto al 4 settembre, accanto al mondiale ICF Canoa Polo Syracuse 2016, una serie di eventi collaterali per organizzare attività di sensibilizzazione ed educazione ambientale. L’iniziativa sportiva è stata organizzata e modulata secondo una precisa politica ambientale. L’obiettivo è quello di riuscire a cogliere tutti gli effetti positivi di una manifestazione che può valorizzare e dare risalto al territorio di Siracusa ma al tempo stesso promuovere soluzioni efficienti e sostenibili a fronte delle oltre 4.500 presenze al giorno previste tra visitatori, atleti, staff e volontari. Prendendo spunto proprio dalle esigenze che un evento di tale portata comporta e dall’impatto che può avere sul territorio, si vuole trasformare il problema nella soluzione, puntando ad accrescere la sensibilità degli attori locali, dei cittadini e dei turisti verso comportamenti di sostenibilità, compostaggio, di consumo responsabile e di riduzione degli impatti delle attività.

Lunedì si comincia subito con il contributo di ECOFESTA PUGLIA.

Il Green Village aprirà i battenti alle h 10.00parlando di “Feste ad Impatto Zero: istruzioni per l’uso “con Roberto Paladini di CulturAmbiente Group , Viviana Solari Commissione sport Anci e l’assessore al Turismo Francesco Italia, moderatrice Viviana Cannizzo responsabile eventi e co-fondatrice Impact Hub.

L’ospite Roberto Paladini racconterà l’esperienza di CulturAmbiente, organizzazione ambientalista che lavora da 10 anni soprattutto sui temi dell’informazione e della sensibilizzazione, coniugando sostenibilità e inclusione sociale. “Ecofesta Puglia” è una certificazione volontaria che interviene per ridurre l’impatto ambientale degli eventi (sagre, concerti, eventi culturali). Nata in via sperimentale nel 2011 in ambito associativo, è vincitrice nel 2012 del bando “Smart Cities and Communities and Social Innovation”. Il modello è certificato ISO 20121 – standard internazionale dei sistemi di gestione per la sostenibilità degli eventi che garantisce, a livello internazionale, la sostenibilità della progettazione e realizzazione delle attività e dei processi sviluppati negli eventi da “Ecofesta Puglia” nel rispetto dei principi e dei requisiti della ISO 20121: 2012.

Un esempio di come il volontariato sia capace di produrre economia alternativa, ispirata ai principi di sostenibilità ambientale e responsabilità sociale. Il Regolamento “Ecofesta Puglia” è stato adottato dalla Regione Puglia al fine di promuovere forme di premialità a favore degli eventi certificati. Domani interverrà la vicepresidente della Commissione pari opportunità politiche giovanili e sport di Anci, Viviana Solari, da tanti anni impegnata in numerose iniziative sui territori in tema di ambiente, è anche project manager di importanti iniziative di comunicazione ed educazione ambientale, soprattutto rivolte alle scuole.

“Ecofesta Puglia” è un modello unico in Italia che trasforma gli eventi in un’occasione di sensibilizzazione e informazione sulle pratiche green per i fruitori dell’evento attraverso attività di differenziazione dei rifiuti, riduzione delle emissioni di CO2 e informazione e sensibilizzazione ambientale. Obiettivi: ridurre, differenziare, informare in perfetta sintonia con le iniziative promosse da Green Village.

In esposizione durante tutto il corso della manifestazione la creatività giocosa di Linda Schipani che lavora da anni sul tema del recupero e del riciclo dei materiali.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: