ULTIM'ORA

GMG 2016, i giovani scout del clan “La Tartaruga” tornano a Siracusa: “ricchi di gioia e carichi di mille emozioni”


scout la tartaruga - siracusatimes

News Siracusa: giornata di ritorno e ricordi per i giovani scout del clan “La Tartaruga” che hanno partecipato alla Gmg a Cracovia, in Polonia (leggi qui). Nella mattinata di ieri, i 15 siracusani, sono atterrati all’aeroporto internazionale di Catania, ricchi di gioia e carichi di mille emozioni.

Sono più di un milione e mezzo i pellegrini che hanno partecipato alla veglia e alla messa finale con Papa Francesco al Campus Misericordiae di Brzegi, vicino a Cracovia. Prima di salutarli (con l’arrivederci a Panama nel 2019), Bergoglio ha spiegato ai giovani che la Gmg non è finita, ma “Comincia oggi e continua domani, a casa, dove Gesù vuole incontrarvi”.

Questa avventura è stata una delle esperienze più importanti per questi ragazzi, un viaggio non solo pieno di aspettative, ma un viaggio lungo dieci giorni che ha permesso ai ragazzi di tornare cambiati e cresciuti – racconta Giulia Intagliata, capo scout-. L’incontro con Papa Francesco e le sue parole hanno aperto dentro l’animo dei ragazzi una voglia di cambiamento e di consapevolezza : <<non chiudete la vostra vita in un cassetto>> questo è stato l’invito del Papa. Tra i momenti forti ed emozionanti c’è la visita ai campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau, dei luoghi che hanno fatto rendere conto ai giovani rover e scolte che non è così semplice immaginare l’orrore vissuto dentro quei luoghi fin quando la realtà non ti piomba addosso davanti ai tuoi occhi. Felici. Stanchi. Gioiosi.

“Questi ragazzi sono pronti ad essere testimoni della loro esperienza. siamo molto soddisfatti e felici di aver avuto la possibilità di vivere questa avventura insieme a loro e di averli accompagnati in questo cammino – concludono i capi clan Roberto, Laura e Giulia -. Un clan che da oggi ha tutte le carte in regola per continuare a sognare e a credere che insieme si può!”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: