ULTIM'ORA

Francofonte, un revolver “Lebel” nascosto nel sottoscala: arrestato un 21enne dai Carabinieri


Lebel-RevolverNews Francofonte: nella giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Augusta hanno tratto in arresto, per detenzione abusiva di armi clandestine e segnalato alla Prefettura di Siracusa per uso di sostanze stupefacenti Giovanni Di Benedetto, 21enne, di Francofonte, nullafacente, pregiudicato e già sottoposto agli arresti domiciliari dal 14 ottobre 2015 per il reato di estorsione.

I Carabinieri della Stazione di Francofonte nel corso di una perquisizione domiciliare, nella quale si sono avvalsi del prezioso supporto del Nucleo Carabinieri Cinofili di Nicolosi per la ricerca di droga, hanno rinvenuto nel mansardato dell’abitazione due distinti vasi, di cui uno in terra cotta di colore rosso e l’altro vaso in plastica  di colore nero con all’interno innestate due piantine del tipo marjuana, subito fiutata dai cani appena fatto ingresso nell’abitazione.

I carabinieri estendevano, quindi, la perquisizione in ogni locale dell’abitazione e rinvenivano, inoltre, 2 pistole calibro 8, nonché 4 cartucce cal. 12 da caccia. Nello specifico, una di quelle era occultata all’interno di un intercapedine  ricavato tra l’intelaiatura superiore in legno di una porta-finestra e veniva rinvenuta, avvolta in panno di stoffa di colore bianco, completa di serbatoio. La seconda invece è stata rinvenuta poiché i militari, che accuratamente procedevano alle operazioni, si accorgevano di un foro ricavato nella parete del sottoscala e che fungeva da nascondiglio per una pistola Revolver marca “Lebel”. Infine, le 4 cartucce calibro 12 erano state minuziosamente occultate all’interno del vano avvolgibile dell’unica finestra esistente nella camera da letto.

Al termine della perquisizione domiciliare le armi e le munizioni venivano poste sotto sequestro mentre il Di Benedetto veniva arrestato per ricettazione e detenzione  abusiva di armi clandestine e munizioni e, su disposizioni dell’Autorità Giudiziaria, tradotto presso il carcere di “Cavadonna” di Siracusa.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: