ULTIM'ORA

Francofonte. Pippo, il cane randagio, finalmente ha trovato casa


News Francofonte: finalmente un lieto fine da raccontare. Qualche giorno fa il cane Pippo se ne andava in giro con la zampetta posteriore dolorante. Zoppicava. (LEGGI QUI). Pippo è stato soccorso dai volontari e nei giorni scorsi ha iniziato a riprendersi e a giocare. Poi la bella notizia: Pippo ha trovato una casa, qui in paese.

Dietro questa storia va sottolineato l’ ottimo lavoro di squadra che ha visto coinvolti i volontari e l’Assessore al randagismo Maria Gualtieri.

E proprio stamattina, insieme all’assessore Gualtieri e alle volontarie Rossella Gualtieri e Cettina Dimaiuta, Pippo ha incontrato la nuova famiglia che lo ha felicemente accolto. Immediatamente, con i suoi modi allegri e curiosi, Pippo ha iniziato a esplorare la sua nuova casa e a correre felice.

“Il Comune di Francofonte ha avviato numerose campagne di sensibilizzazione per l’adozione dei cani custoditi all’interno del canile convenzionato. L’Amministrazione comunale ha cercato e cerca così di sensibilizzare i propri cittadini ad adottare i cani, che pur essendo adeguatamente accuditi nel canile, possono migliorare le loro condizioni di vita se accolti nell’ambiente familiare – commenta l’Assessore Gualtieri. Quest’Amministrazione che ha anche avviato un programma di sterilizzazione e reimmissione nel territorio di cani di proprietà del Comune di Francofonte, non si dimentica dei propri randagi, vaganti nel territorio comunale. Pippo o Pallino è uno di questi, la cui vita non è stata certo semplice: un musetto triste, solo, sporco e alle volte anche maltrattato dai passanti. Non ha mai perso la sua fiducia negli esseri umani. Le volontarie locali si sono subito prese cura di lui e la parte politica si è immediatamente attivata per trovar lui una casa, riuscendo nell’impresa. A un certo punto nella sua esistenza è infatti arrivata la svolta: una famiglia ha deciso di adottarlo. E lui è così felice che scodinzola continuamente, non riesce a trattenere la sua gioia. Oggi ha trovato una famiglia amorevole e che non lo abbandonerà. Sarà amato. Questa è certamente una storia a lieto fine, ma voglio ricordare a tutti che ci sono tantissimi altri cagnolini ricoverati presso la struttura convenzionata che aspettano di trovare il loro di lieto fine”.

Già, come ricorda l’Assessore, questa è solo una storia che si è conclusa positivamente. Ma ci sono ancora tantissimi cagnolini che aspettano di trovare una famiglia che dia loro tutto l’affetto e l’amore del mondo. Chiunque voglia adottarne uno, può rivolgersi al Comune o all’assessore Gualtieri per avere tutte le informazioni necessarie.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: