ULTIM'ORA

Ex Provincia Siracusa, soluzioni possibili a Palermo per evitare il default


PROVINCIA SIRACUSA TIMESNews Siracusa: è da Palermo che si cerca di trovare una soluzione finale alla crisi nera del Libero Consorzio di Siracusa ma soprattutto di poter pagare le spettanze dei lavoratori.

In Commissione Bilancio dell’Ars, presieduta dall’On. Vincenzo Vinciullo, sancito il principio che gli stipendi arretrati dei dipendenti delle ex Province Regionali debbano essere “garantiti” –  e quindi saldati –  entro il 31 dicembre 2016.  La linea di principio vale a maggior ragione per l’ente siracusano, in difficili situazioni economiche. Proprio per salvaguardarlo dal rischio default, attenzioni particolari per il Libero Consorzio di Siracusa oggi in Commissione Bilancio, con l’impegno dei deputati regionali Pippo Sorbello e Marika Cirone di Marco. Nel corso dell’audizione sono stati ascoltati il commissario straordinario, Giovanni Arnone, e il ragioniere generale Cappuccio, insieme ad una delegazione di dipendenti. “Sono stati illustrati i numeri dell’ente e con documenti incontrovertibili alla mano abbiamo dimostrato che l’attuale mancanza di risorse è colpa del prelievo forzoso dello Stato operato per il riequilibrio della finanza locale: Siracusa ha dato qualcosa come 19,5 milioni. Solo Catania e Palermo hanno sacrificato di più”, spiega Pippo Sorbello. Al Libero Consorzio di Siracusa servono 9 milioni per pagare gli stipendi da giugno a dicembre ai 532 dipendenti; 3.150.000 per Siracusa Risorse (104 lavoratori, stipendi da maggio a dicembre); altri 483.000 euro per l’accantonamento delle ultime mensilità dell’anno per i mutui e altri 3.883.000 per coprire le anticipazioni effettuate dalla Tesoreria per gli stipendi di marzo, aprile e maggio scorsi.

“Entro dieci giorni dobbiamo portare da 18 a 25 milioni, con i lavori d’aula, le somme a disposizione delle tre province in crisi (Siracusa, Ragusa ed Enna). Ma è chiaro che almeno 15  milioni devono essere poi destinati a Siracusa. Su questo non arretriamo”, assicura l’on. Sorbello. Al suo fianco, Marika Cirone di Marco. “Siamo ottimisti che si possa fare in fretta”, spiega. “E’ una partita importantissima. Stiamo cercando di evitare il default: sarebbe un dramma di proporzioni enormi. Per adesso l’obiettivo è superare questo 31 dicembre senza sconquassi e ripartire dal nuovo anno con maggiore capacità di cassa”. Questo l’auspicio dei due deputati siracusani in Commissione Bilancio.

“In parallelo – aggiunge Sorbello – stiamo avviando tutte le operazioni necessarie per recuperare altre risorse per i servizi sociali. Le cooperative aspettano da un anno il pagamento. Siamo impegnati per dare  risposte concrete”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: