ULTIM'ORA

E’ Salvo Carnevale è il nuovo Segretario Generale della Fillea-CGIL di Siracusa


Salvo Carnevale Siracusa Times

News Siracusa: Salvo Carnevale è il nuovo Segretario Generale della Fillea-CGIL Siracusa.Succede a Mimmo Bellinvia che ha ricoperto l’incarico per 7 anni.

Carnevale,35 anni ,operatore di Patronato dal 2000 al 2009, dove ha maturato esperienza e professionalità a contatto con tutti i settori produttivi; e’ stato responsabile del dipartimento delle politiche Giovanili della CGIL nel 2009,costituendo la Consulta giovanile della CGIL. Ha,inoltre, ricoperto l’incarico di Segretario Generale della FILT-CGIL per un anno nel 2010 . Dalla fine del 2010 è Direttore Provinciale del Patronato Inca-CGIL che a Siracusa, nel corso dell’ultimo quinquennio, ha rafforzato il proprio primato con oltre il 19% delle pratiche patrocinate nella provincia.

Esperto di ammortizzatori sociali,di previdenza pubblica e privata e di danni da lavoro , è anche formatore regionale per il Patronato Inca.

Nel corso del Direttivo Provinciale di oggi ,alla presenza Franco Tarantino,Segretario Generale Fillea Sicilia e Paolo Zappulla , Segretario Generale della CGIL Siracusa,Carnevale è stato eletto con    21 voti favorevoli e uno astenuto.

Le prime dichiarazioni di Carnevale riguardano la crisi infinita del settore edile che non lascia tranquilli i lavoratori a causa di una politica incapace di scegliere strategie industriali e attrarre investimenti e non in grado di utilizzare per tempo i fondi a disposizione.

“La situazione di una città che ha complessivamente il 25,3 % ,come tasso di disoccupazione , il doppio della media italiana e sopra sia   al tasso del mezzogiorno (20,6%) che a quello della Sicilia(22,1%) non può permettere semplici frasi di rito. Occorre uno shock competitivo per rimetterci in carreggiata. Ma ognuno deve assumersi le proprie responsabilità, noi difendiamo i lavoratori e facciamo proposte,la politica si assuma la responsabilità delle decisioni e paghi per la propria negligenza.”

“Emblematica è la vicenda del viadotto Targia. Adesso,dicono che  partiranno(oggi dovrebbero arrivare pure i soldi come dichiarato con grande enfasi) i lavori, ma è stato patetico vedere sfilare e manifestare tutti i partiti politici, che in questi anni si sono avvicendati al potere, per chiedere un investimento in un irresistibilmente comico e infinito scaricabarile a catena.Noi abbiamo il compito di vigilare sulle parole e poi sui fatti.I lavoratori sono stanchi delle prime, ma vogliono le seconde!”

“Vogliamo lanciare insieme ai colleghi di Filca-Cisl e Feneal-Uil  una nuova e piu’ incisiva battaglia contro  chi pratica il lavoro nero  che è il principale nemico dei lavoratori e delle imprese sane !”

            “Bisogna, inoltre che I Governi abbiano finalmente il coraggio di non regalare incentivi a pioggia, ma incentivare sul serio le aziende rispettose del contratto e penalizzando,anzi cacciando dalle gare di  appalto ,le aziende non in regola.”

            Forte è anche la preoccupazione per l’ammorbidimento del Durc dal Primo Luglio(documento unico di regolarizzazione contributiva) che ha funzionato discretamente  in questo decennio come deterrente al lavoro irregolare.Bisognerebbe potenziarlo invece.Il fatto che Il Governo lanci l’Agenzia Unica delle Ispezioni coordinando il lavoro di Inail,Inps e Ispettorato del Lavoro credo sia un altro elemento negativo. Dicono di razionalizzare le spese, ma in realtà riducono gli interventi ispettivi contro il lavoro irregolare! Le aziende edili subiscono in media una ispezione ogni 15 anni, eliminare anche il deterrente della sospensione dell’attività è un chiaro incentivo all’utilizzo del lavoro nero e irregolare.”

            E’ tempo, inoltre, di rilanciare con forza la questione restauro che a Siracusa puo’ essere “naturalmente “ strategica. Constatare l’inesistenza di questo settore , significa confermare la cecità della politica. Proporremo gli stati Generali del Restauro invitando la politica a non fare passerella ma a dare risposte e cercando in giro per l’Italia buone pratiche sulla materia.

Priorita’ assoluta avrà la questione legata all’avvio dei lavori della Catania – Ragusa che attraverserebbe per oltre 2/3 dell’opera il territorio siracusano.E’ un’opera praticamente vitale, ma Del Rio crede non sia prioritaria e strategica.Dovremo forse decidere di  portargli i disoccupati della provincia, per spiegargli quale boccata d’ossigeno darebbe al settore.

            “Cercherò” – conclude Carnevale – “ di impegnarmi mettendo anima e corpo nell’incarico assegnato,con i miei limiti, perché -diceva Luciano Lama- Un dirigente sindacale è un uomo e se i lavoratori lo riconosceranno come uno di loro allora ne accetteranno anche gli errori” .

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: