ULTIM'ORA

Documentaria Noto, il primo weekend della sua IV edizione tra workshop e proiezioni


documentaria-noto-2016-siracusa-timesNews Noto: la poesia filmica di Triokala, l’incredibile documento storico di Grozny Blues, le forti testimonianze di Nouri Bouzid in “Nemico dell’Islam?” e quella di Sabrina in Luce Mia, e le semplici ma intense vite fatte di grandi eredità immateriali di Edda (L’ombelico Magico) e di Rocco (L’albero di trasmissione). Sono tanti gli elementi da cui partire per raccontare il fine settimana d’esordio della IV edizione di DocumentariaNoto 2016, Concorso Panorami. Film documentari proiettati nella sala del Teatro “Tina Di Lorenzo” davanti ad un pubblico che ha apprezzato queste opere e partecipato sempre con molto entusiasmo al dibattito post proiezione con i registi.

Formato da Licia Castoro, Francesco Di Martino, Giuseppe Portuesi e Francesco Valvo, il Collettivo FrameOff, Direzione Artistica del Festival, che ha come mission la promozione e divulgazione del documentario in quanto forma espressiva e linguaggio artistico di grande valore, può ritenersi soddisfatto dell’inizio di questa edizione per i riscontri e per l’interesse suscitato non solo nelle serate a teatro ma anche negli altri momenti che rendono la manifestazione unica ed irripetibile.

In quest’ottica, di fondamentale importanza sono il Patrocinio del Comune di Noto, la fattiva presenza del Circolo Cinema di Quartiere di Noto e le collaborazioni con l’Assessorato Regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, con il C.U.M.O., e con la Fondazione Teatro “Tina Di Lorenzo”.

Il primo dei tre workshop in programma Spettro Sonoro”,  a cura della Scuola FuoriNorma, insieme a Canecapovolto, ha preso il via venerdì 11 novembre. Le lezioni si sono concluse domenica mattina dopo un ampio spazio dedicato all’esercitazione ed il lavoro ultimato verrà presentato in Teatro nella serata finale di domenica 20 novembre.

Venerdì pomeriggio, poi, inaugurazione della mostra fotografica Memorandum” a cura del Collettivo TerraProject. Presente l’Assessore alla Cultura di Noto Sabina Pangallo che ha portato i saluti del Sindaco Corrado Bonfanti, impossibilitato a partecipare perché fuori sede. Un excursus molto interessante sui dieci anni di lavoro dei fotografi fiorentini che avranno un altro momento dedicato alla loro attività giovedì, 17 novembre, alle ore 18,30, nella stessa sede della mostra, per la presentazione di due lavori editoriali: un magazine autoprodotto ed un libro sul tema del land grabbing (vendita di larghe porzioni di terreno considerate inutilizzabili e senza il consenso di chi ci abita) realizzato in sette Paesi del mondo. L’ingresso della mostra è libero, sino al 20 novembre, dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e nel pomeriggio dalle ore 17 alle ore 19.

Dopo le proiezioni a Teatro, la prima giornata si è conclusa al locale Esperia con il Live Music di Costanza Paternò, cantautrice e musicista etnea, che ha incantato con la sua voce e le sonorità proposte ad una platea arricchita anche dai registi dei film che hanno proseguito volentieri la serata con l’organizzazione ed il pubblico.

A questo ricco programma sabato e domenica si sono aggiunti i film di Visioni Fuori Concorso: “Colibrì”, “A piedi Nudi”, “Fabbricatori di sogni” e “Nessun fuoco nessun luogo”. Quattro film seguiti da un buon numero di spettatori nel pomeriggio ai Bassi di Palazzo Ducezio. 

Archiviato il primo weekend, inizia oggi una settimana che vedrà protagonisti gli altri due workshop, Case study e One to One a cura di Simone Catania, e quello di fotografia documentaria di Simone Donati. Mercoledì 16 all’emeroteca, dove è in programma anche la proiezione del film Skattome Kannòl’incontro con la Rassegna Cinematografica pugliese “Evò ce esù”, gemellata con DocumentariaNoto.

Grande attesa, intanto per la giornata odierna, lunedì 14 novembre, e quella di domani, martedì 15. Grazie al lavoro svolto in questi mesi dal Circolo Cinema di Quartiere di Noto è stato possibile organizzare e proporre in due pomeriggi (con inizio alle ore 18), nello spazio Emeroteca della Biblioteca Comunale “Principe di Villadorata” in via Nicolaci, la Retrospettiva “Le due Sicilie”. Protagonisti Ugo Saitta, grazie all’omonimo Fondo, con le proiezioni del cinegiornale “Volti di Sicilia”, 10 puntate dalla numero 0 alla numero 9 realizzate intorno agli anni ‘60.

L’introduzione alle proiezioni sarà a cura di Alessandro de Filippo, docente di Storia e Critica del cinema all’università di Catania e studioso di Ugo Saitta, in collegamento via Skype. Subito dopo le proiezioni verrà presentato il Fondo FAVA a cura della Fondazione Giuseppe Fava di Catania. In sala saranno presenti Maria Teresa Ciancio, presidente della Fondazione Giuseppe Fava e Nello Gibilisco, Responsabile del Coordinamento Giuseppe Fava di Palazzolo. In proiezione “Gaetano Falsaperla, emigrante”. La retrospettiva poi si concentrerà solo sui lavori di Giuseppe Fava nel pomeriggio di martedì 15 novembre.

Documentaria Noto, il primo weekend della sua IV edizione tra workshop e proiezioni

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: