ULTIM'ORA

Cucina che vai… natura che trovi: “zeppole”


zeppole siracusa timesA Siracusa è tradizione preparare le zeppole per San Martino, oggi si mangeranno zeppole e si berrà il vino novello.

Le zeppole sono preparate con farina di grano duro, lievitata un paio di ore.

In un contenitore capiente versare un po’ di farina, un pizzico di sale, unite il lievito di birra dopo averlo sciolto in poca acqua tiepida. Impastando aggiungete, poco alla volta, la farina con acqua tiepida, e lavorate l’impasto fino a quando morbido.

Lasciate lievitare per almeno 2 ore, coprendo il contenitore con un canovaccio. Nel frattempo sistemate sul fuoco una pentola alta contenente abbondante olio per friggere.
Dopo la lievitazione raccogliete un po’ di impasto con un cucchiaio e aiutandovi con un dito fatelo scivolare nell’olio. Non appena risulteranno dorate tiratele fuori e passatele sulla carta assorbente.

Per condirle, solitamente, si utilizza miele sciolto o zucchero semolato e cannella.

Sono tante le varianti delle zeppole nel siracusano, ad esempio alcuni le farciscono durante la manipolazione della pasta, con ricotta dolce (amalgamata con lo zucchero) oppure con striscette di acciughe, per renderle salate o con il cioccolato.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: