ULTIM'ORA

Crisi agrumicola. Alla Camera dei Deputati le istanze dei produttori siciliani


Camera dei Deputati Siracusa Times

Camera dei Deputati – Roma

News Roma: si è svolta oggi, presso la sala stampa della Camera dei Deputati, la conferenza stampa organizzata dai deputati del Partito Democratico, Sofia Amoddio e Giorgio Zanin sulla crisi agrumicola.

Alla conferenza stampa hanno partecipato Salvatore Fisicaro, presidente di OP organizzazione produttori Sicilia; Alessandro Scuderi, presidente di CLAM, comitato di produzione degli agrumi del bacino del mediterraneo ed i sindaci del triangolo agrumicolo di Sicilia, il sindaco di Francofonte Salvatore Palermo, il vicesindaco di Carlentini Angelo Ferraro e alcuni deputati delle Commissioni Agricoltura e Bilancio.

La conferenza stampa è stata anche un momento di promozione delle arance siciliane che sono state offerte, anche in spremuta, al ristorante della Camera ed al bar.

“Abbiamo voluto questo incontro – dichiara Sofia Amoddioper sottolineare l’importanza dei prodotti italiani di alta qualità come il tarocco siciliano e per portare avanti le richieste delle associazioni di produttori al fine di fronteggiare la crisi e da questo incontro sono venute fuori proposte ed impegni importanti.

La Camera ha già votato il Collegato Agricoltura ed ha approvato un ordine del giorno per affrontare le emergenze della concorrenza estera e presentare una adeguata tutela in sede comunitaria, chiedendo incentivi per la produzione, l’abbattimento di diseconomie logistiche, la  riduzione del costo del lavoro, le certificazione di qualità, l’etichettatura e la tracciabilità.

È notizia recente quella sul rischio di diffusione della malattia degli agrumi conosciuta come CBS (Citrus Black Spot).

In merito a questo prosegue la deputata del Pd: “Sono fortemente convinta che non si debba abbassare la guardia in campo fitosanitario, in quanto servono misure severe e controlli rigidissimi. Per questo, ci faremo promotori di una iniziativa parlamentare, appellandoci alla Commissione, all’alto rappresentante dell’Unione per gli Affari esteri e vicepresidente della Commissione europea Federica Mogherini.

Naturalmente non serve puntare il dito solo contro gli accordi dell’Unione perché  la crisi si affronta anche con una seria riorganizzazione di tutto il sistema agrumi che passa dalla modernizzazione e dalla razionalizzazione di tutti i fattori della produzione come la ricerca, i Consorzi di Bonifica, la viabilità ed i trasporti, la sicurezza in campagna, l’assistenza tecnica, lo snellimento della burocrazia, l’organizzazione commerciale, la seria promozione delle nostre produzioni sui mercati.

Per questo motivo, insieme all’onorevole Zanin – conclude Sofia Amoddio – abbiamo preso in carico le richieste delle associazioni e ci siamo impegnati a trasformarle in strumenti parlamentari”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: