ULTIM'ORA

Corteo Barocco di Noto: si è svolta la serata di chiusura dell’anno sociale


Corteo barocco di noto serata conclusiva - il pubblico al Teatro siracusa times

News Noto: il Teatro Tina Di Lorenzo ha “salutato” l’Associazione Corteo Barocco di Noto in occasione della serata conclusiva dell’anno sociale. “Perché sono loro l’anima del Corteo – ha detto il presentatore Salvatore Figura – oltre tutte le persone che dietro le quinte lavorano per tenere viva un’associazione che dà lustro alla città”.

Ai figuranti è stato consegnato il calendario del Corteo Barocco e il dvd con le immagini della sfilata in occasione dell’ultima Infiorata che sono poi state proiettate sullo schermo, dove, in precedenza, tutti i presenti avevano preso visione della nuova home page del sito internet che è stato ufficialmente tenuto a battesimo.

“Il sito internet, tante testimonianze, questo fare squadra tutti insieme. E’ questa la forza e l’immagine dell’Associazione Corteo Barocco – ha sottolineato il presidente Corrado Di Lorenzo – perché è solo attraverso questa sinergia che è possibile tenere sempre vive le tradizioni del nostro territorio e la lunga storia delle famiglie nobiliari che rappresentiamo. Quest’anno abbiamo ricevuto tanti apprezzamenti, non solo a livello locale ma anche in ambito regionale, nazionale e internazionale, a testimonianza che il Corteo Barocco “esporta” una immagine positiva della città di Noto”.

“Ed è una eccellenza che dobbiamo valorizzare sempre di più – ha sottolineato il sindaco Corrado Bonfanti – perché queste associazioni sono un vanto per Noto: attraverso il loro operato, la loro dedizione oltre che le loro competenze, Noto si fa conoscere e apprezzare perché la cultura e le tradizioni sono sempre stati un bel biglietto da visita. E noi siamo sempre qui, in prima fila, affinché questi sodalizi abbiano la forza per andare avanti ed essere un bello spot per la città”.

“In prima fila e sempre al loro fianco – ha aggiunto il responsabile dei grandi eventi Frankie Terranova – perché nella lunga e variegata tournée del Corteo Barocco noi ci siamo sempre stati, a testimonianza che crediamo in ciò che fa l’Associazione, perché è il modo giusto per fare cultura, turismo e rievocare le nostre tradizioni. Quest’anno poi è stato un anno particolarmente impegnativo e il prossimo che verrà lo sarà ancora di più”.

“E noi siamo pronti a raccogliere l’ennesima sfida – ha aggiunto il vicepresidente dell’Associazione Sebastiano Puzzo – perché queste sono le sfide che più ci piacciono. Anche perché poi ricevere numerosi apprezzamenti ovunque siamo stati quest’anno, ci gratifica e ci dà nuova linfa per andare avanti”.

Quello che si sta per concludere è stato un anno ricco di impegni e di consensi per il Corteo Barocco di Noto, a cominciare dalla sfilata in occasione dell’Infiorata e la precedente manifestazione del Palio dei Tre Valli a maggio. Ma grandi apprezzamenti sono giunti anche in occasione della sfilata a Caldes de Montbui a Barcellona a giugno, così come in due momenti diversi durante l’Expo di Milano. L’ultima parte dell’anno, poi, è stata dedicata ad eventi che hanno una lunga e importante tradizione nazionale come la Festa della SS. Maria del Bosco di Niscemi in agosto, la Festa dell’Uva a Conegliano a settembre e la Sagra del Ficodindia a Roccapalumba in ottobre.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: