ULTIM'ORA

Conto alla rovescia per il debutto su Canale 5 di “Romanzo Siciliano”, la serie tv ambientata a Siracusa


22785-screenshot-178_jpg_620x250_crop_upscale_q85News Siracusa: Romanzo Siciliano, la nuova fiction della “Taodue” interamente girata in città e in provincia, debutterà in prima serata su Canale 5, mercoledì 27 aprile 2016.  Nei mesi scorsi, era stato mandato on line il trailer, svelando le location sparse per Siracusa (LEGGI QUI). Adesso, girano in rete alcuni rumors sui personaggi e, non di meno, sulla data ufficiale della trasmissione su Canale 5.

I protagonisti di Romanzo Siciliano, ricordiamo, sono Claudia Pandolfi, Fabrizio Bentivoglio e Filippo Nigro che interpretano rispettivamente il ruolo del PM Emma La Torre, del tenente colonnello dei Carabinieri Sergio Spada e del capitano Neri.

Le anticipazioni legate al cast di Romanzo Siciliano svelerebbero oltra alla presenza nel cast di Fabrizio Bentivoglio, Claudia Pandolfi e Filippo Nigri anche l’attrice Vanessa Compagnucci che interpreta il ruolo del capitano Mutti. Tra gli altri attori presenti nel cast di Romanzo Siciliano ci sono anche Ninni Bruschetta, Gianfranco Iannuzzo, Filippo Nigro, Alessio Vassallo, Paolo Calabresi, Roberto De Francesco, Sergio Solli e Eleonora Bolla.

Romanzo Siciliano altro non è che una serie giallo-poliziesca, nata come spin off, ovvero ricavando dalla precedente serie televisiva, RIS – Delitti Imperfetti. Le prime anticipazioni legate alla trama della nuova fiction svelano che il tenente colonnello dei Carabinieri, Sergio Spada, sarà impegnato in Sicilia con la ricerca del super latitante Buscemi di cui nessuno conosce il vero volto. In ogni puntata di Romanzo Siciliano il colonnello Spada sarà impegnato con un caso diverso, ma potrà contare sull’aiuto della sua preziosa squadra composta dal capitano Neri e dal capitano Mutti. Sergio Spada inoltre dovrà confrontarsi spesso anche con il PM Emma La Torre con la quale si ritroverà ad avere un rapporto molto intenso sia dal punto di vista professionale che umano.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: