ULTIM'ORA

Città di Siracusa: pareggio per gli azzurri nel match contro il Reggio Calabria


Andrea Sottil Siracusa Times

News: il Città di Siracusa pareggia in terra calabra. Termina infatti 2-2 la partita contro gli amaranto. Per gli azzurri a segno Baiocco e Ricciardo. Uno stadio degno di ben altre categorie per una classica che ritorna dopo 21 anni.

Per la sfida di oggi, Sottil ridisegna l’undici, rispolverando Santamaria dal primo minuto, con Barbiero a centrocampo, mentre in attacco spazio alla qualità di Catania, Savanarola e Dezai.  

Avvio contratto da parte di entrambi gli schieramenti, con gli azzurri che cercano di fare la gara, mentre la squadra di casa si affida a lunghi lanci  per sfruttare la fisicità di Tiboni. Al 13’ bella manovra degli azzurri con Savanarola che serve Dezai in area, ma l’ivoriano tenta un dribbling di troppo dando la possibilità ai difensori di recuperare. Minuto 21, ancora una bella combinazione del trio d’attacco azzurro, Savanarola di un soffio non ci arriva. Al 23’ il Reggio Calabria passa in vantaggio con Oggiano che di interno destro, su lancio di Lavrendi, mette alle spalle di D’Alessandro.Subita la rete, gli azzurri reagiscono e al 28’ prima Dezai, e poi Barbiero, si rendono pericolosi dalle parti di Licastro.

Amaranto anche con dieci uomini davanti alla linea della palla e pronti a sfruttare gli inevitabili spazi. Al 38’ gli azzurri pareggiano con capitan Baiocco, lesto a mettere dentro su  assist di Dezai. Il finale di prima frazione è tutto di marca siracusana, si va negli spogliatoi sul risultato di parità.

Nella ripresa gli aretusei si proiettano dalle prime battute nella metacampo avversaria, ma al 54’ ancora Oggiano pericoloso, questa volta D’Alessandro si fa trovare pronto. Al 57’ amaranto ancora avanti con Tiboni che al volo di destro beffa l’estremo difensore azzurro.  Sottil mette dentro Longoni per Orefice spostando Barbiero sull’out di destra.

Gli azzurri si ricatapultano nella metacampo avversaria. C’è spazio anche per l’ex Arena non troppo amato dalla tifoseria locale. Al 69’ Dezai si libera in area ma il suo tiro trova la deviazione in angolo diDe Bode . Sottil gioca la carta Ricciardo al 72’ in luogo di Chiavaro. Al 79’ ancora calabresi pericolosi con De Bode che di testa sfiora il palo.

Al minuto 85’ gli azzurri impattano con Ricciardo che di testa sfrutta un cross di Arena.  Lo stesso Arena al 89’ di sinistro sfiora il terzo gol con un tiro che sfiora il palo di Licastro. Finsice 2-2 e la rincorsa continua .

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: