ULTIM'ORA

Città di Siracusa, soddisfazione e voglia di non fermarsi: le dichiarazioni post gara di mister Sottil, Laneri e Arena


città di siracusa sottil siracusa timesNews Siracusa: gli azzurri riscattano con una bella vittoria sul Rende lo scivolone della scorsa settimana a Lamezia conquistando i tre punti e la provvisoria testa della classifica (leggi qui). Nel post-gara, è un Andrea Sottil visibilmente soddisfatto dell’immediata reazione dei suoi ad analizzare la buona performance di oggi.

“Abbiamo giocato bene e con la giusta intensità – ha spiegato il tecnico azzurro – quasi un peccato fermarsi. Il Rende è una buona squadra che gioca insieme da tanti anni. Abbiamo meritato la vittoria, non abbiamo subito quasi nulla, potevamo fare altre reti. E’ una chiusura del girone di andata importante, con la giusta risposta dopo Lamezia”.

Il tecnico piemontese ha poi voluto chiarire e soffermarsi sulle tante partenze che hanno caratterizzato l’intera settimana. “Ho letto tante cose, voglio chiarire la situazione. Ci sono stati calciatori, tipo Gallo, Figura per fare un  esempio, che non hanno trovato spazio, ma reputo che siano ragazzi che hanno delle prospettive. Abbiamo fatto altre scelte, secondo le mie indicazioni e quelle della società abbiamo operato dei cambi che andavano fatti. Testardi, Crocetti, Mascara sono tutti grandi professionisti però volevo altri profili, e loro hanno manifestato la voglia di andar via. Vogliamo – ha concluso Sottil – solo giocatori convinti di stare nel nostro progetto”.

Sulla stessa lunghezza d’onda, anche il Direttore dell’Area tecnica Antonello Laneri“In questa settimana ho sentito tante dicerie – ha dichiarato il dirigente – chi è andato via non poteva stare qui, ed è bene sapere che hanno chiesto loro di lasciare la squadra. Questo è un gruppo formato da persone oneste, che vogliono fare bene sino alla fine. Sono arrivati calciatori che già conoscevo, e che offrono certezze”.

Fra questi, a commentare il post-gara anche il neo arrivato Nicola Arena, già decisivo al suo esordio in azzurro.

“Era stata una settimana difficile dopo Lamezia– ha spiegato l’attaccante – sapevo dell’importanza della gara. Non potevo sperare un debutto migliore, ci godiamo questo primo posto anche se momentaneo. Non voglio più parlare di Reggio Calabria, adesso devo pensare a portare in alto la mia nuova squadra. Voglio dare il massimo e dobbiamo raggiungere l’obiettivo”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: