ULTIM'ORA

Cgil, trasporto pubblico: Siracusa in ginocchio. Si convochi un tavolo di confronto con le forze sociali


Cgil siracusa timesNews Siracusa: 2 Corse su 10 in piena estate è l’emblema di una città in ginocchio, incapace di garantire innanzitutto il diritto alla mobilità cittadina dei suoi abitanti  ma anche  di tutelare i  posti di lavoro dei relativi operatori.

“Siamo al fallimento annunciato – dichiara Roberto Alosi, segretario confederale CGIL –  di un tassello strategico dell’amministrazione di una città che riguarda la garanzia del diritto inalienabile alla mobilità territoriale, oggi fortemente compromesso e umiliato dall’incapacità di gestirne  tutti gli aspetti sociali ed occupazionali”. E non serve richiamare come contrappeso  il servizio svolto dai bus elettrici  lungo percorsi limitati e circoscritti della città e prevalentemente destinati ai turisti.

“La leggerezza con cui da tempo si tratta il tema del trasporto pubblico in città, la scarsa attenzione nei confronti degli utenti, siano essi cittadini o turisti – dichiara Vera Uccello, Segretaria Generale della Filt CGIL –  ha superato ogni limite di guardia tanto da trasformare una cronica inefficienza del trasporto urbano in una paralisi pressoché totale del servizio”.

Per queste ragioni, chiediamo all’Amministrazione Comunale di convocare, con la massima urgenza,  un tavolo di confronto con tutte le forze sociali e i soggetti coinvolti per affrontare il tema complessivo dell’inefficienza del  trasporto pubblico urbano e provare a condividere e ripristinare diritti lesi  e servizi non erogati.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: