ULTIM'ORA

Censimento sulla mobilità ciclistica siracusana, Aretusa Bike e Movimentocentrale promuovono l’edizione 2016


censimento-bici-siracusatimes
News Siracusa:
l’associazione culturale Aretusa Bike (affiliata FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta e al movimento #Salvaiciclisti) insieme a Movimentocentrale sono impegnati in prima linea, nella promozione della mobilità sostenibile e nello sviluppo del cicloturismo in Sicilia. Anche per quest’anno daranno il via all’edizione 2016 del Censimento dei Ciclisti Urbani Siracusani. Il censimento consente di avere dei primi dati misurabili, attraverso i quali monitorare l’uso della bicicletta in città e delineare i tratti della comunità dei ciclisti urbani. Su queste basi potranno essere meglio definite iniziative volte al supporto e all’incentivo dell’uso della bicicletta a Siracusa. L’iniziativa, anche quest’anno viene lanciata in occasione della settimana europea della mobilità europea della mobilità sostenibile
 ha lo scopo di misurare l’impiego della bicicletta come mezzo abituale di trasporto in città. Tutti i cittadini che si muovono in bicicletta per recarsi al lavoro, a scuola, in facoltà e verso tutte le abituali mete quotidiane sono invitati a dichiarare le motivazioni che li spingono a utilizzare questo mezzo, la tratta e il numero di chilometri mediamente percorsi ogni giorno. Il censimento utilizzerà la piattaforma web del social network Facebook per la raccolta e la divulgazione delle informazioni; durerà un mese da venerdì 23 settembre fino a domenica 23 ottobre.

Gli interessati potranno recarsi, durante i propri abituali spostamenti in bici, in due punti: in Via Catania n.30 e in Via dei Mergulensi n.33/35 dove ad ogni partecipante verrà scattata una fotografia e pubblicata con l’hashtag #iomimuovoinbici, insieme alle informazioni sul percorso. I dati raccolti verranno messi a confronto con quelli della scorsa edizione e consentiranno di eleaborare una prima traccia delle tendenze relative alla mobilità ciclistica di Siracusa, compresi i fenomeni del “bike to work”, “bike to shool” e “bike to shop”, rispettivamente  l’uso della bici per recarsi al lavoro, a scuola e per fare acquisti, nonché l’impiego di biciclette elettriche o a pedalata assistita.  

“Nella prima edizione ci siamo limitati a fotografare l’intensità e la topografia dello spostamento in bici- dichiara Chiara Pota del bike café Movimentocentrale. Questa volta vogliamo incrementare le informazioni raccolte e mappare in senso più ampio gli spostamenti dei ciclisti siracusani. Quest’anno ad esempio è stata introdotta la categoria “Vorrei ma non posso”, facendo appello a tutti i  cittadini disposti a muoversi in bicicletta, se solo si verificassero condizioni di maggiore sicurezza stradale (come percorsi protetti, piste ciclabili, zone30, sensi unici consentiti alle biciclette). Crediamo- conclude Chiara Pota– che anche in questa città qualcosa si stia finalmente muovendo in termini di mobilità sostenibile, e con questi dati ci auguriamo di poter contribuire a indirizzare la comunità nel valutare le azioni da intraprendere in tale materia, ancora tutta da implementare”.

                                                                                         

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: