ULTIM'ORA

Canicattini. Si introduce all’interno di un’abitazione e palpeggia una donna: ai domiciliari un 73enne


News Canicattini Bagni: nel corso della notte i Carabinieri della Stazione di Canicattini Bagni hanno tratto in arresto in flagranza dei reati di violazione di domicilio e violenza sessuale D.A.S., pensionato classe 1944. Era piena notte quando un’anziana donna, con voce rotta dal pianto ed in evidente stato di agitazione, ha contattato il numero di emergenza 112 richiedendo l’intervento di una pattuglia riferendo di essere stata molestata da un uomo.

Sul posto giungeva immediatamente una pattuglia della Stazione Carabinieri di Canicattini Bagni, impegnata in servizio di perlustrazione sul territorio. I militari, dopo essersi assicurati che la donna non avesse riportato lesioni, raccoglievano le dichiarazioni della stessa la quale riferiva che poco prima, mentre dormiva nel proprio letto, aveva avvertito una presenza al suo fianco. Destatasi dal sonno, la vittima notava l’arrestato che, sdraiato al suo fianco senza indumenti, era intento a palpeggiarla.

Spaventata, la vittima ha prontamente reagito iniziando ad urlare, mettendo in fuga l’uomo il quale, raccolti i propri abiti, si allontanava rapidamente. La donna ha altresì riferito di conoscere l’aggressore in quanto, qualche mese addietro, la aveva aiutata con alcuni lavori domestici tra i quali la sostituzione della serratura della porta di casa. Ed è proprio utilizzando una copia di quelle chiavi che l’uomo è entrato furtivamente in casa della vittima senza che questa si accorgesse di nulla.

Dopo aver tranquillizzato la donna ed averla condotta al locale presidio territoriale di emergenza per le cure mediche del caso i Carabinieri, grazie anche all’ausilio di un sistema di videosorveglianza presente in zona, hanno identificato l’autore del reato rintracciandolo poco dopo pressa la propria abitazione. Alla vista dei militari l’uomo non ha potuto far altro che ammettere le proprie responsabilità.

Condotto in caserma, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione al regime degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo presso il Tribunale di Siracusa.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: