ULTIM'ORA

Calcio Catania, inchiesta “I Treni del Gol”: revocati i domiciliari a Pulvirenti e Cosentino


L'ex patron del Calcio Catania, Antonino Pulvirenti

L’ex patron del Calcio Catania, Antonino Pulvirenti

News Catania: niente più domiciliari per l’ex patron del Calcio Catania, Antonino Pulvirenti che, proprio qualche giorno fa, ha confessato, nel corso dell’interrogatorio di garanzia per il suo coinvolgimento nell’inchiesta “I Treni del Gol”, di aver “speso cento mila euro a gara per non retrocedere” (leggi qui). Il Gip Fabio di Giacomo, ritenendo attenuate le esigenze cautelari a seguito delle dimissioni del numero uno dei rossoblu dall’incarico di Presidente, ha infatti deciso di revocare la misura cautelare che aveva precedentemente deferito.

Stessa sorte per l’ex amministratore delegato Pablo Cosentino, che proprio lo scorso 23 giugno era stato arrestato con l’accusa di frode in competizione sportiva e truffa insieme ad altre sei persone, Pulvirenti incluso.

E’ stata dunque accolta l’istanza presentata dai legali dei due indagati Giovanni Grasso e Fabio Lattanzi, di revoca dei domiciliari imposti dal Gip nell’ambito dell’infausta inchiesta. Peraltro, per il leader della società etnea e per il suo vice è stato disposto l’obbligo di firma quattro giorni a settimana presso un ufficio della Polizia di Stato.

Secondo il Giudice sussiste inoltre “il pericolo concreto e attuale di fuga”. Inevitabile, dunque, il divieto di espatrio per i due e il conseguente ritiro dei passaporti.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: