ULTIM'ORA

Avola, nascondeva 4 panetti di hashish in casa: i Carabinieri arrestano un 35enne


PARISI Salvatore cl. 1981

News Avola: dopo aver raccolto e sviluppato le segnalazioni di diversi residenti ad Avola che hanno riferito di insoliti via vai di persone in determinate zone, ieri i militari della Compagnia Carabinieri di Noto hanno organizzato un mirato servizio finalizzato alla ricerca di sostanze stupefacenti.

In particolare, nel corso del pomeriggio i Carabinieri dell’Aliquota Operativa del N.O.R.M. hanno tratto in arresto in flagranza dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e di furto aggravato di energia elettrica PARISI Salvatore, avolese classe 1981, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia.

Nello specifico, i militari hanno notato l’uomo che, a bordo di un ciclomotore, alla loro vista, ha fatto repentinamente inversione di marcia dandosi alla fuga. I Carabinieri hanno inseguito l’uomo e lo hanno fermato nei pressi della propria abitazione.

Sottoposto a perquisizione personale, in una tasca dello zaino è stata rinvenuta una dose di hashish. I Carabinieri hanno proceduto a perquisizione presso l’abitazione dell’uomo, focalizzando l’attenzione nella cucina dove, su un tavoli, è stata rinvenuta non solo un’altra dose di stupefacente, ma anche dei coltelli con la lama intrisa di hashish ed un bilancino elettronico di precisione oltre a tutto l’occorrente per confezionare lo stupefacente in dosi.

Proseguendo le operazioni di perquisizione, nel bagno dell’abitazione, i militari hanno notato alla base della vasca da bagno una piastrella appoggiata al pavimento senza essere fissata. Spostata la piastrella, sono stati rinvenuti, in una piccola intercapedine appositamente realizzata, 4 panetti di hashish dal peso complessivo di circa 400 grammi. Lo stupefacente rinvenuto nel corso delle operazione di perquisizione è stato sottoposto a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso.

Inoltre, a seguito di apposita verifica posta in essere unitamente a personale specializzato Enel è stato accertato l’allaccio diretto alla rete elettrica: in particolare, l’uomo, correndo anche un serio rischio per la propria incolumità, aveva divelto il contatore normalmente installato dalla citata società, allacciando l’impianto elettrico della propria abitazione direttamente alla rete pubblica. I tecnici hanno ripristinato lo stato dei luoghi mentre l’uomo, condotto in caserma per le formalità di rito, è stato dichiarato in arresto e successivamente tradotto presso la propria abitazione al regime degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo presso il Tribunale di Siracusa.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: