ULTIM'ORA

Avis Siracusa celebra i 45 anni di attività. Stamattina illustrato il programma dei festeggiamenti


News Siracusa: dal lontano giugno del ’72 ad oggi, 45 anni di attività al servizio del cittadino e per il cittadino. L’Avis comunale festeggia un traguardo importante, che verrà celebrato venerdì sera a partire dalle 19, alle Latomie dei Cappuccini attraverso dei riconoscimenti ai soci che hanno maturato 50 donazioni, e lo fa sottolineando l’importanza della donazione quale momento di solidarietà.

Ne ha parlato, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta questa mattina al salone di via Von Platen, il presidente comunale Nello Moncada: “è bello celebrare un momento come questo perché 45 anni non sono pochi – ha detto – e ci sono stati tanti pionieri dell’associazione a cominciare dal dott. Pietro Fichera per poi proseguire con la dott.ssa Anna Maria Verga che è stata poi il motore trainante. Sarà una serata celebrativa grazie anche ad un momento culturale con la regia di Marco Andriolo e non poteva esserci luogo più magico delle Latomie dei Cappuccini per andare in scena”.

“Devo complimentarmi con il direttivo dell’Avis Siracusa – ha aggiunto Maurizio Gatto, vicepresidente vicario regionale – per essere protagonisti nelle celebrazioni del 45° anniversario dalla nascita dell’Avis ma anche per la giornata mondiale del donatore. Mi soffermo più su quest’ultimo aspetto perché siamo sempre in prima linea nel sensibilizzare alla donazione, per ciò che rappresenta, ovvero un grande gesto di civiltà, con altruismo e responsabilità verso chi ne ha più bisogno. Non dimentichiamoci che il dono più importante è proprio quello della vita che viene garantito anche con una semplice donazione. E oggi siamo qui a certificarlo anche con numeri importanti: 4687 donatori, 6459 donazioni che assicurano oltre il 50% di sangue per il nostro presidio ospedaliero. I festeggiamenti per il 45° anno di attività rappresentano dunque anche un appello ai più ai giovani affinché il lavoro intrapreso 45 anni fa da un gruppo di persone, possa essere ancora portato avanti”.

Appello che ha fatto proprio anche Paolo Formica, presidente provinciale dell’Avis: “se oggi siamo qui è grazie ad un gruppo di persone che ha fondato quasi mezzo secolo fa l’associazione. La signora Verga è stata il motore trainante dell’Avis e questa occasione oggi è utile per ricordare non solo tutti i pionieri ma anche l’importanza di un servizio che è utile per sé stessi ma anche per gli altri. Siamo alle porte del periodo estivo e dunque il nostro è anche un appello alla donazione perché in questi mesi le percentuali diminuiranno e in molti preferiranno magari andare al mare anziché fare la donazione”.

 

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: