ULTIM'ORA

Augusta, oltre 80 i precari del Comune. Cisl e Cgil: “immediata proroga fino al 31 dicembre”


comune augusta siracusa timesNews Augusta: instabilità, incertezza e “assillante” provvisorietà. Si rimane così intrappolati in stati di continue ansie e paure. Sono sensazioni, condizioni comuni a tutti i lavoratori precari.

Precari come gli 80 dipendenti dell’ente comunale augustano che convivono, da tempo, con la stessa snervante condizione lavorativa. All’assurdo silenzio dell’Amministrazione comunale, le federazioni della Funzione Pubblica di Cgil e Cisl territoriali ribattono con una richiesta ferma, decisa, improcrastinabile: l’immediata proroga sino al 31 dicembre 2016.

Nell’appellarsi ad un tempestivo provvedimento di urgenza, i segretari generali di FP Cisl e FP Cgil Daniele Passanisi e Franco Nardi, fanno esplicito riferimento al rispetto delle disposizioni normative vigenti e, soprattutto, alla dignità umana dei lavoratori coinvolti

“Ci troviamo davanti ad un’amministrazione sorda, arrogante e incapace di confrontarsi con le parti sociali” hanno dichiarato i segretari PassanisiNardi. “Il sindaco continua a non rispondere alle nostre sollecitazioni e richieste di incontro. Un atteggiamento grave e inaudito visto che, grazie alla Legge di stabilità 2016, la soluzione è a portato di mano”.

Il sindacato, per avvalorare la propria legittima richiesta, cita il comma 215 della Legge di Stabilità, evidenziando la parte inerente al personale a tempo determinato.

“Si deroga a favore delle Regioni a Statuto speciale, nonché agli Enti territoriali compresi nelle stesse – hanno aggiunto Passanisi e Nardi Nell’articolo in questione si legge espressamente che “gli Enti Locali che nella procedura di dissesto deliberano il bilancio stabilmente riequilibrato”, possono prorogare i contratti dei lavoratori precari. Insomma una soluzione a portata di mano che, aggiunta a quanto fissato nella Finanziaria della Regione siciliana, è di immediata fattibilità”. 

“La nostra Regione – hanno continuato i due segretari – attraverso l’emendamento della Commissione Bilancio, ha stanziato 1 milione e 200 mila euro per salvare i precari dei comuni in dissesto: compreso quello di Augusta. Ora chiediamo di far presto e dare le risposte dovute ai lavoratori che esigono rispetto e pari dignità. L’Amministrazione comunale di Augusta si svegli dal torpore – hanno concluso i due esponenti FP Cisl e FP Cgil – e si avvalga di questi strumenti normativi ed economici che rappresentano lavoro e occupazione”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: