ULTIM'ORA
Pubblicità elettorale - Committente Giancarlo Lo manto

Agnone, cadavere carbonizzato in auto: privilegiata l’ipotesi del suicidio


immagine di repertorio

News: ritrovato ieri il cadavere carbonizzato in un’automobile data alle fiamme, un Fiat Doblò, nella zona di Agnone Bagni, tra Lentini e Augusta. A lanciare l’allarme sarebbe stata una persona che si trovava in zona poco dopo le ore dieci di ieri mattina. Sul posto giungevano anche i carabinieri del Ris di Messina che hanno compiuto i rilievi per determinare le cause del decesso.

Dopo i primi accertamenti e l’ispezione cadaverica eseguita dal medico legale Antonio Sciabica, è stato possibile identificare la vittima.  Si tratterebbe di E.C., 39 anni, di Lentini, l’uomo risultava scomparso da un alcuni giorni da casa. Le indagini, del nucleo operativo di Augusta e del nucleo investigativo di Siracusa, sono coordinate dal sostituto procuratore Antonio Nicastro.

Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori ci sarebbe il suicidio. Secondo quanto riporta Ansa, il lentinese avrebbe sofferto di problemi di natura psichica, ma si starebbero vagliando altre l’ipotesi come una vendetta o il movente passionale, considerato che, dai primi accertamenti, l’uomo non avrebbe avuto problemi economici. All’identità della vittima gli investigatori sono giunti attraverso l’auto bruciata, intestata proprio al 39enne di Lentini.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: