ULTIM'ORA

Augusta. Precari del Comune, riunione tra amministrazione e sindacati: “garantire certezze a 85 famiglie”


augusta - siracusatimesNews Augusta: incontro tra Amministrazione Comunale di Augusta e Organizzazioni Sindacali, Cgil e Cisl, rappresentate dai Segretari Generali Paolo Zappulla e Paolo Sanzaro e dai Segretari Generali della Funzione Pubblica Franco Nardi e Daniele Passanisi, alla presenza del Prefetto di Siracusa Armando Gradone e del Presidente della Commissione Bilancio all’ARS, on. Vincenzo Vinciullo, per ridare speranza e certezza lavorativa ai precari del Comune di Augusta.

“Le parti presenti, grazie alla mediazione del Prefetto e ai chiarimenti forniti dall’on. Vinciullo sullo stato dei finanziamenti regionali dedicati ai precari per i comuni in dissesto, ha permesso al vice sindaco del Comune di Augusta presente all’incontro di condividere unitariamente la proposta di revocare la delibera di sospensione dal servizio e confermare la proroga dei contratti al 30 giugno”.

“Le parti hanno, altresì, concordato che venerdì 24 giugno, alla presenza del Prefetto, si incontreranno per concordare e definire le proroghe per i mesi a seguire con l’aumento delle ore per i dipendenti precari. Le Organizzazioni Sindacali esprimono cauta soddisfazione per il risultato raggiunto, in quanto ritengono vada fatta una proroga fino al 31 dicembre 2016 in modo da potere garantire certezze occupazionali e serenità alle 85 famiglie dei precari”.

“Le Organizzazioni Sindacali, infine, ringraziano il Signor Prefetto per la sua mediazione e l’apporto dell’on. Vinciullo per la soluzione trovata auspicando che, i prossimi giorni, possano definire percorsi chiari e definitivi per la stabilizzazione degli 85 precari del Comune di Augusta.”

E intanto il sindaco di Augusta, Cettina Di Pietro: “per la prima volta abbiamo dovuto deliberare la sola proroga giuridica dei rapporti di lavoro a tempo determinato degli 85 lavoratori precari del comune di Augusta”, spiega. Vale a dire che “a partire da domenica, per la polizia municipale, e da lunedì per i rimanenti uffici, 85 padri e madri di famiglia non lavoreranno e non percepiranno alcuno stipendio”.

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: