ULTIM'ORA

Augusta, inchiesta petrolio. Un servizio di “L’aria che tira” di La7 per scoprire chi è Gianluca Gemelli


News: sulle tracce di Gianluca Gemelli, per capire come ha fatto carriera e i sistemi di potere che ruotano intorno alle sue attività. Si cercano di scoprire maggiori informazioni proprio nella città di Augusta, dalla voce dei cittadini e della politica locale, attraverso un servizio del programma di La7 “L’Aria che tira”, sull’imprenditore, principale attore e indagato di una scottante inchiesta da condurre alle dimissioni di Federica Guidi, ex ministro dello Sviluppo economico. La donna, compagna di Gemelli, compare nelle centinaia di pagine dell’ordinanza di custodia cautelare che ha portato all’arresto di sei dipendenti del centro Eni di Viggiano (Potenza) per traffico e smaltimento di rifiuti. Il suo compagno Gianluca Gemelli, titolare della società I.T.S vhr costruisce e cura la manutenzione di impianti petrolchimici ed energetici, e della Ponterosso Engeneering, indagato nell’inchiesta, è il personaggio principale di una storia che racconta come la “lobby del petrolio” sia riuscita a ottenere un emendamento favorevole prima bocciato nello Sblocca Italia e poi resuscitato nella Legge di stabilità. L’indagine ha due filoni: quello sul Centro Olio in Val d’Agri (dove è stata sospesa la produzione di petrolio) e l’altro sull’impianto estrattivo della Totala Tempa Rossa. Ed è per questa tranche d’inchiesta che Gemelli risponde per traffico di influenze ed è in alcune intercettazioni che viene citato il nome del ministro per le Riforme Maria Elena Boschi. Gli inquirenti stanno valutando l’ipotesi di chiamare a rispondere la Boschi e anche l’ex ministra dello Sviluppo economico come persone informate sui fatti.

Nei giorni scorsi le dimissioni di Gianluca Gemelli, dalla carica di commissario di Confindustria Siracusa, nominato lo scorso dicembre 2015, a seguito delle dimissioni di Ivo Blandina. Oggi l’imprenditore originario di Augusta deve rispondere di pesanti accuse che hanno ripercussioni gravissime non solo a livello nazionale ma anche ad Augusta. Si perchè la Procura di Potenza potrebbe interessarsi al porto di Augusta. Da alcune intercettazioni telefoniche sull’utenza di Gemelli pare, infatti, che sia mosso per promuovere un’interesse per la concessione di un pontile militare all’interno del porto di Augusta. E durante la perquisizione domiciliare nell’abitazione di Gemelli si è presentata anche l’Autorità portuale di Augusta per acquisire quella documentazione che si riferirebbe proprio al deposito di prodotti petroliferi.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: