ULTIM'ORA

Augusta: il Sappe denuncia lo stato di degrado in cui lavorano gli agenti di Polizia Penitenziaria


Sappe Siracusa Times

News Augusta: il sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria, “Sappe” denuncia lo stato di estremo degrado della casa circondariale di Augusta, precisando che le feste volute dalla Direzione non hanno migliorato le condizioni, in quanto il personale è costretto a lavorare in un contesto di indigenza.

“Il Sappe – dichiarano i dirigenti Sebastiano Bongiovanni, Salvatore Gagliani e Giovanni Galazzo – è l’unico sindacato rimasto a rappresentare e difendere il personale di Polizia Penitenziaria, poiché tutte le altre sigle sindacali sono impegnate con altri discorsi.

Il Sappe ad ottobre, per l’ennesima volta, insieme al suo segretario Generale Donato Capece aveva chiesto con forza la costruzione di un semplice box presso le sezioni detentive, dove opera il personale ma ad oggi, nonostante tante promesse non si è fatto un bel nulla. La risposta ogni volta è sempre la stessa: la mancanza dei fondi.

Ciò è difficile da credere poiché assistiamo a situazioni in cui si trovano le soluzioni per costruire la piscina o i campetti di calcio per i detenuti.”

Il Sappe invita tutti i dirigenti locali, regionali e nazionali ad effettuare un solo turno di lavoro in queste condizioni e precisa che nelle sedi opportune sta svolgendo tutte quelle azioni necessarie per porrei rimedio a tale situazione.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: