ULTIM'ORA

Augusta. Detenuto aggredisce un agente, Bongiovanni (Ugl): “non un fatto isolato, sistema penitenziario inadeguato”


carcereAugusta_siracusatimesNews Augusta: giornata movimentata nel carcere di Augusta dove nella mattinata di oggi un detenuto, senza alcun motivo, ha aggredito due agenti di polizia penitenziaria spedendone uno in ospedale. I poliziotti avrebbero dovuto procedere all’ispezione delle inferriate della finestra della cella ma, a quanto pare, il detenuto lo avrebbe impedito barricandosi in cella, ponendo resistenza e spingendo un agente verso il muro e scagliando con rapidità e con grande impeto un pugno all’altro agente che è stato immediatamente trasferito al pronto soccorso per le lesioni procurate dal violento gesto. È stato necessario l’intervento di altri poliziotti penitenziari per contenere l’evento critico.

Sul caso interviene il dirigente nazionale dell’UGL Polizia Penitenziaria Sebastiano Bongiovanni che afferma: “queste continue aggressioni nei confronti dei poliziotti penitenziari sono la conseguenza di un sistema penitenziario inadeguato; la Polizia Penitenziaria è stanca di subirle e gestire continuamente eventi critici, spesso oltre le umane possibilità. Il caso di Augusta non è un fatto isolato –ogni giorno, nei nostri istituti penitenziari, si verificano eventi critici dove puntualmente un poliziotto penitenziario subisce gli effetti negativi. Il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria dovrebbe fornire ai poliziotti penitenziari indicazioni e strumenti idonei per prevenire ed affrontare il rischio di aggressioni violente perché prima o poi qualche poliziotto penitenziario potrebbe perdere la vita e a quel punto è troppo tardi ed inutile cercare le responsabilità”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: