ULTIM'ORA

Arriva al cinema “Alla ricerca di Dory”: perchè i film della Pixar insegnano ai più piccoli a vivere


News Cinema: sentimenti e divertimento la fanno da padrone nel nuovo film d’animazione prodotto dalla Pixar, dedicato al mondo sommerso con “Alla ricerca di Dory”. Un sequel del cult “Alla ricerca di Nemo”.  Dopo 13 anni e un oscar come miglior film di animazione, si ritorna nella barriera corallina insieme al pesce pagliaccio più amato del grande schermo Nemo, e ovviamente la protagonista Dory, il pesce smemorato che vuole ritrovare i suoi genitori. Nemo, Marlin e Dory li conosciamo, ma in questo nuovo film troviamo nuove simpatiche presenze come Bailey, un beluga che ha perso la capacità di ecolocalizzare, e Destiny, uno squalo bianco miope, ma è soprattutto il polpo Hank a divertire. Terrorizzato all’idea di vivere in libertà, l’agorafobico octopus dà vita, a momenti di puro divertimento.

Come sempre la Pixar, infonde tematiche importanti nelle sue storie. L’intero film affronta il tema della disabilità: le difficoltà che può comportare essere handicappati, ma ciò che più conta come affrontarle, e superarle. Insomma “Alla ricerca di Dory” è uno spettacolo che certamente  è riservato ai più piccoli, ma in cui viene anche affrontato in maniera delicata e commovente il tema della disabilità ma tra divertimento ed emozione si fa largo l’intento pedagogico di regalare ai più piccini qualche dritta utile a nuotare nell’oceano della vita.“C’è sempre un modo”: direbbe Dory.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: