ULTIM'ORA

A.S.D. Real Siracusa Belvedere: al “Di Bari” arriva il Ragusa


foto-calcio

News Siracusa: “il pronostico non è dalla nostra parte, ma le gare cominciano dallo 0-0”. Il tecnico del Real Siracusa Belvedere, Nicola Bonarrivo, carica così la sua squadra alla vigilia del debutto nel campionato di Promozione (domani alle 15.30 al “Di Bari”) contro la blasonata compagine iblea. Subito una formazione molto forte sulla strada degli aretusei, che cercheranno comunque di contrastare con una condotta di gara attenta ed ordinata i più quotati avversari.

“Il Ragusa – sottolinea Bonarrivo – è sulla carta la squadra più attrezzata per vincere il campionato. Basti pensare che può contare su elementi del calibro di Vindigni ed Arena, che lo scorso anno hanno vinto il campionato di serie D con il Siracusa, ma anche su Bonarrigo e Pellegrino, tutti calciatori che per la categoria rappresentano un lusso. Noi però conosciamo il nostro valore e giocheremo per fare risultato. Siamo in salute, veniamo da una grande stagione e cercheremo di fare bene anche quest’anno. Affronteremo la gara con serenità ed entusiasmo”.

Il tecnico aretuseo non potrà disporre dei difensori Zagami (che proprio domani si sposa) e Pasqualicchio (problemi fisici) e dei centrocampisti Cardile (infortunato) e Messina (squalificato). Attacco affidato al tandem Catinello-Carrabino, con l’under Maieli pronto a subentrare a partita in corso. Una partita da far tremare i polsi per una squadra, quella aretusea, pronta comunque a dar battaglia dal primo all’ultimo minuto

“Cercheremo di cominciare bene il campionato – prosegue Bonarrivo – ma non chiedetemi se riusciremo a ripetere il quarto posto dello scorso anno. Sarei un presuntuoso se dicessi che puntiamo ai playoff. Il nostro obiettivo sarà di trarre il massimo da ogni giocatore; se questo ci permettesse di arrivare tra le prime cinque, tanto meglio, altrimenti lotteremo per mantenere la categoria. Capiremo solo dopo le prime 8, 10 giornate qual è il livello di quest’anno e se si è ulteriormente elevato rispetto a quello della scorsa stagione, che ha visto comunque salire di categoria ben tre squadre”.

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: