ULTIM'ORA

Eurialo Siracusa. Coach Katia Giglio è la nuova responsabile dei progetti scolastici


News Siracusa: dopo Sebastiano Vinci, ecco Katia Giglio. Seconda operazione in entrata per l’Eurialo Siracusa, la cui prima squadra si appresta a disputare il campionato di serie C di pallavolo femminile. Lo staff tecnico si arricchisce infatti di una nuova figura. Coach Giglio infatti sarà la responsabile dei progetti scolastici per conto della società aretusea. Soddisfatto il presidente Carmelo Messina.

<<Abbiamo tesserato una persona altamente qualifica e – dice il massimo dirigente – dalle grandi capacità per un ruolo importante e delicato. Un’allenatrice capace e preparata, che darà un grande contributo alla nostra causa. In questo ruolo, lei è il massimo in provincia di Siracusa, avendo maturato un’esperienza pluriennale. Ringrazio il presidente e tutti i dirigenti della Pallavolo Augusta, società dalla quale Katia Giglio proviene e con cui noi dell’Eurialo abbiamo instaurato un ottimo rapporto>>.

Katia Giglio (che è anche maestro di beach volley) ha iniziato a giocare a pallavolo nel 1987, facendo tutta la trafila con le giovanili dell’Augusta, vincendo due campionati provinciali ed un trofeo “Picciurro” con la squadra allenata dal professore Raffaele Moscuzza, attuale coordinatore del settore giovanile dell’Eurialo. Poi ha giocato in serie C. Nel 1994 ha conseguito il brevetto di primo grado, iniziando ad allenare il settore giovanile, ma la sua passione l’ha portata ad occuparsi anche del minivolley fino a diventare la responsabile dei CAS (Centri di avviamento allo sport). Nel 2002 ha iniziato a collaborare  con le scuole di Augusta con svariati progetti per avvicinare i più piccoli alla pallavolo e quattro anni dopo ha guidato la squadra di prima divisione femminile di Augusta e quelle under. Ha acquisito il brevetto, nel 2007, di esperto Coni per i giochi studenteschi, ed è stata selezionatrice, dal 2008 al 2014, della rappresentativa provinciale. Ora questa nuova avventura con l’Eurialo, società giovane ma ambiziosa.

 

 

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: