ULTIM'ORA

“45 anni”: una storia d’amore vissuta nell’ombra del rimpianto


45-anniNews Cinema: Kate e Geoff, una coppia di pensionati della classe media, senza figli, vivono in una confortevole casa nella campagna inglese. I due sono prossimi a festeggiare 45 anni di matrimonio. Una lettera destinata a Geoff, rompe la serena vita della coppia. L’ex fidanzata del marito, morta cinquant’anni prima durante un’escursione nelle Alpi svizzere, è stata ritrovata sepolta sotto il ghiaccio, il volto intatto, giovane e bella come allora. L’uomo, interpretato da Tom Courtenay, va in crisi, lentamente, perdendo il controllo dei movimenti, facendosi travolgere dal fantasma della vecchiaia, della demenza e dell’oscenità.

La moglie vedere cadere a pezzi le convinzioni di una vita, le consuetudini di un matrimonio. L’amore, come credeva di conoscerlo, quel sentimento provato per suo marito che dura da una vita, non è stato ricambiato come aveva sempre pensato.  Una moglie tranquilla, fredda ma felice, è la protagonista di questo film.

rsz_maxresdefaultE’ lei, Charlotte Rampling, con il suo magnetismo quasi minaccioso della sua presenza in scena, alla solitudine devastante dei suoi occhi, al senso di paura, smarrimento e fallimento che il suo volto racchiude, che trasmette e restituisce allo spettatore. Uno sguardo, un gesto, un movimento quasi impercettibile degli occhi, della bocca, del corpo. Basta questo allo spettatore. La donna, la moglie, vista da molteplici punti di vista, può essere interpretata come un libro; è un corpo da osservare e capire, diventa un’ossessione per chi la guarda.

Andrew Haigh, il regista, è stato capace di racchiudere nello spazio della casa la tensione quasi inepressa ma sottilissima fra i due personaggi. Si mostrano con pudore e rispetto i sentimenti di una donna che ha puntato tutto sul suo rapporto con un uomo, l’uomo della sua vita, il suo unico amore.

45-anni-trailer-trama-recensione-film

Momenti di cinema puro, perchè è un cinema di parola e di primi piani, su una storia di vita lunga e lontana, dall’amore al tempo alla vicinanza fisica. Il film “45 anni” riflette una società, una visione dell’uomo, di un’Inghilterra pacifica, benestante, con i buoni sentimenti della buona gente comune. Ma ci sono film che dicono più di quanto non vogliano grazie a quel che la macchina da presa mostra e registra. Questo è proprio un buon esempio.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: