ULTIM'ORA

Siracusa. Bilancio di fine anno per la Filcams Cgil


Filcams Siracusa Times

Direttivo Filcams Cgil – Siracusa

News Siracusa: ha avuto luogo nel salone della CGIL di Siracusa, l’ormai tradizionale direttivo di fine anno della Filcams di Siracusa. Alla presidenza, oltre al segretario generale Filcams  Stefano Gugliotta, la segreteria composta da Simona De Luca, Salvatrice Grasso e Susanna Trombatore, ha partecipato ai lavori, anche, il Segretario generale Cgil Siracusa, Paolo Zappulla.

Nella sua relazione, il segretario Gugliotta ha tracciato le principali vertenze che hanno reso arduo l’anno 2015 per i lavoratori del terziario dei servizi delle mense e del turismo a Siracusa.

Prima per gravità, la vertenza dei lavoratori della vigilanza “ISAB Energy”, licenziati da oltre tre mesi da “Etna Police”.

La Prefettura di Siracusa deve intervenire per mettere ordine nell’ambito della vigilanza a Siracusa – ha ribadito Gugliotta – Dalla vertenza ISAB all’appalto del Tribunale di Siracusa insiste una situazione di totale non controllo, quindi occorre aprire un tavolo in sede prefettizia per giungere alla stesura di un contratto integrativo provinciale che instauri l’elenco delle GPG licenziate da dove gli istituti devono obbligatoriamente attingere per le assunzioni.

La vertenza “Auchan” – ha proseguito il Segretario – che”Fisascat” e “Uiltucs” hanno sbandierato come una vittoria, lascia l’amaro in bocca e rappresenta una pagina nera del sindacato del terziario. Non è con la riduzione dell’orario di lavoro che si risolvono i problemi delle aziende e la fuoriuscita, seppur volontaria dei 39 lavoratori dall’azienda, sono 39 posti di lavoro che si sono persi per sempre. Questo la nostra provincia non poteva permetterselo .

Sulla vertenza delle gare del Comune di Siracusa per “Socosi” e “Util Service“, il Segretario Gugliotta ha dichiarato: “Tra qualche giorno il Cga si esprimerà sul merito della richiesta di annullamento della sospensiva disposta dal TAR Catania; le motivazioni del rigetto del reclamo da parte del CGA presentato da GSA Europromos, non sono per nulla promettenti, anzi insistono chiari segnali che alla fine della proroga in atto, il consorzio “Gsa Europromos” potrebbe immettersi nell’appalto. Ci dispiace, che solo il Sindaco Garozzo non si renda conto che questa gara rischia di trasformarsi in una macelleria sociale per i lavoratori dell’appalto; il 27,40 % del ribasso di gara cui si aggiunge un altro 11,4 % del ribasso della base d’asta, inaugurerà il nuovo anno con una tensione sociale fortissima, la cui responsabilità sarà solo dell’amministrazione Garozzo, che sorda alle preoccupazioni espresse dal sindacato, ha un’unica soluzione l’annullamento delle gara in autotutela”.

Le conclusioni, dei lavori sono state affidate al segretario della CGIL Siracusa Paolo Zappulla.

La Filcams rappresenta per la Cgil una finestra attiva sul mondo del lavoro; la preponderante presenza di giovani e donne, è una componente che arricchisce la Cgil di Siracusa. Le numerose vertenze aperte ci presentano un 2016 ancor più arduo da affrontare dell’anno che si appresta a terminare, non di meno la Cgil sarà in prima linea accanto ai lavoratori e le lavoratrici del terziario, dei servizi e del turismo“.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: